Condizionatori Ariston Castelli Romani

Questa scheda è stata visualizzata 198 volte
Condizionatori Ariston Castelli Romani
User Rating: 4.9 (1 votes)

I Condizionatori Ariston castelli Romani sono ormai indispensabili nelle abitazioni perché permettono in poco tempo di raffrescare le nostre case d’estate e di scaldarle d’inverno Una bella comodità, che però, quando si prende in locazione un appartamento, soprattutto se datato, non è detto che ci sia già. Da qui la domanda: è possibile per un conduttore installare un condizionatore d’aria in una casa presa in affitto? Vediamo di rispondere a questa domanda Tipologie di condizionatori Quando si abita in una casa in affitto e si desidera mettere un condizionatore d’aria è necessario tenere conto, prima di tutto, che in commercio ne esistono di diversi tipi. Ci sono quelli portatili, dotati di comode rotelle che permettono di possono spostarli nei vari ambienti della casa, quelli con un solo corpo interno, la cui presenza è visibile esclusivamente a chi è dentro casa, infine quelli dotati di un corpo interno e uno esterno. Si può installare un condizionatore sulla facciata dell’edificio Come si può facilmente intuire, il primo tipo di condizionatori d’aria, visto che sono portatile e non richiedono fori, tubi e fili nei muri, possono essere sicuramente acquistati dall’inquilino anche perché, concluso il contratto di locazione, possono essere portati via senza creare alcun danno all’appartamento Il discorso cambia per gli altri due modelli, perché questi, per essere installati, richiedono interventi e opere più invasive.

Condizionatori Ariston Castelli Romani

Essi necessitano infatti di tubature e collegamenti elettrici per funzionare Fatte queste necessarie premesse e distinzioni sui tipi di Condizionatori Ariston castelli Romani la legge cosa prevede? Il conduttore può mettere un condizionatore d’aria in una casa che non è di sua proprietà, anche se questo comporta lavori importanti, buchi, fili e tubi Stando a quanto dicono le norme generali sulle locazioni contenute nel codice civile all’inquilino non è vietato nello specifico installare un condizionatore d’aria nella casa in affitto Prima di analizzare le due norme chiave che ci aiuteranno a rispondere alla domanda è però necessario precisare che cosa si intende per addizioni e migliorie Questo perché  che il conduttore esegue per installare un condizionatore in una casa in affitto può rientrare in una di queste due categorie, con conseguenze anche sul piano giuridico, come vedremo Il nostro ordinamento con il termine addizione intende un’opera, compiuta da chi non ha la proprietà della cosa, su beni altrui, ma che conserva una sua individualità. In questo caso se l’opera può essere rimossa senza danno, chi l’ha eseguita può portarla via, a meno che il proprietario non desideri tenerla, riconoscendo a chi l’ha realizzata un indennizzo Il termine miglioria invece indica un’attività posta in essere, anche in questo caso dal possessore o dal detentore di una cosa, che non ne ha la proprietà, finalizzata a incrementarne il valore, il pregio e l’utilità e che comporta in genere in capo al proprietario, in casi specifici, l’obbligo di riconoscere un indennizzo a chi l’ha realizzata.

Condizionatori Ariston Castelli Romani

Fatta questa semplice precisazione vediamo cosa accade quando i Condizionatori Ariston Castelli Romani costituisce un’addizione L’art. 1593 c.c. dispone che: “Il conduttore che ha eseguito le addizioni sulla cosa locata ha diritto di toglierle alla fine della locazione qualora ciò possa avvenire senza nocumento della cosa, salvo che il proprietario preferisca ritenere le addizioni stesse In tal caso questi deve pagare al conduttore un’indennità pari alla minor somma tra l’importo della spesa e il valore delle addizioni al tempo della riconsegna Se le addizioni non sono separabili senza nocumento della cosa e ne costituiscono un miglioramento, si osservano le norme dell’articolo precedente.”

Tel: 0645548090

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*