Geriatria Castelli Romani

Questa scheda è stata visualizzata 228 volte
Geriatria Castelli Romani
User Rating: 5 (1 votes)

In linea con le recenti linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, a Geriatria Castelli Romani opera lo psicologo, con le altre figure che compongono l’équipe

 

Opera attraverso un modello di cura bio psicosociale, che consente di cogliere la fenomenologia umana nella sua interezza. Un approccio psicosociale centrato sulla persona, infatti, pone sullo stesso piano sia gli aspetti riguardanti la salute della persona, coerentemente con un modello medico, che gli aspetti di partecipazione sociale e di benessere psicologico, coerentemente con un modello psicosociale, ponendo tutto in relazione con i fattori ambientali.

Tale visione dell’anziano fragile pone al centro del processo di cura l’individuo ed enfatizza il bisogno della persona e ciò che la persona è ancora in grado di fare, piuttosto che enfatizzare i deficit. Alla luce di questo modello, lo psicologo ha un ruolo di fondamentale importanza nella costruzione del progetto individuale, o, in termini più ampi, del “progetto di vita” di ciascun anziano fragile residente in RSA.

Le principali attività svolte dallo psicologo nelle residenze per anziani sono quelle contenute nella L.56/1989, con particolare riferimento all’uso di strumenti diagnostici che valutano i deficit cognitivi, i disturbi comportamentali ed affettivo-emotivi degli anziani rispetto ai quali lo stesso psicologo è chiamato ad attuare interventi terapeutici riabilitativi e di sostegno, sia individuali che di gruppo.

Valutazione degli aspetti cognitivi e della sfera emotiva   All’interno della presa in carico globale dell’anziano, considerando non solo gli aspetti sanitari ma i bisogni intrinseci della persona, risulta essere di fondamentale importanza tenere conto sia della sfera cognitiva che della sfera emotivo-affettiva, che riveste un ruolo molto rilevante per la gestione della routine quotidiana dell’ospite all’interno della struttura.

La conoscenza delle abilità cognitive dell’anziano, delle eventuali difficoltà, ma soprattutto dei suoi punti di forza, risulta di fondamentale importanza per stimolare nell’anziano una buona consapevolezza di sé, per ottenere una maggiore disponibilità alla convivenza in Struttura, alla relazione e comunicazione con gli altri ospiti e con l’équipe.

Nel perseguire gli obiettivi delineati, lo psicologo interviene con diverse competenze. Prettamente di competenza dello psicologo è la valutazione degli aspetti cognitivi (memoria, attenzione, ragionamento, linguaggio…) che possono essere investigati mediante l’uso di protocolli e strumenti diagnostici che consentano di programmare un intervento di sostegno e mantenimento delle abilità cognitive e relazionali, e al contempo di fornire uno spazio di aiuto ed ascolto per l’anziano.

Nella valutazione degli aspetti legati al funzionamento cognitivo dell’anziano, è fondamentale prendere in considerazione anche lo stato di ben-essere dell’anziano, la sua soddisfazione di vita e gli aspetti definiti “più caldi” della cognizione, quali la motivazione e il senso di autoefficacia, poiché influenzano la possibilità della persona anziana di padroneggiare, controllare l’ambiente e le situazioni e di sentirsi ancora competente ed efficace.

È compito dello psicologo strutturare quindi interventi con l’anziano finalizzati non solo al potenziamento cognitivo, ma anche alla ri-attivazione e al potenziamento attivo degli aspetti più strettamente emotivo motivazionali legati al benessere nell’anziano.

La persona fragile e lo spettro della demenza  È opportuno soffermarsi su un aspetto che sempre maggiormente coinvolge la figura dello psicologo all’interno delle strutture per anziani. Sempre più frequentemente le famiglie che si rivolgono alle residenze per anziani portano la prevaricante difficoltà di gestione di un familiare affetto da decadimento cognitivo, spesso accompagnato da comportamenti disturbanti di difficile gestione domestica.

Tel: 0645548090

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*